BONDS, by Munchies

bonds1

La settimana scorsa, il romanzo “Colazione Internazionale” è stato citato in televisione: si, avete capito bene, proprio nel piccolo schermo… nell’universo di Bonds!

BONDS, by Munchies
Anno di pubblicazione: 2014
Giulio Palma – Sceneggiatura
Thomas Iuliano – Disegni e Lettering
Francesca Mercurio – Colori
Marco Tabbita – Logo

Capitoli pubblicati (6/8):
1 – “Fine”
2 – “Promessa”
3 – “Incubo”
4 – “Debito”
5 – “Dolore”
6 – “Irruzione”

1510361_774236102608707_8754092774932330813_n

“Siamo solo anime erranti che girano in tondo senza sosta e senza scopo. I nostri cuori sono legati alle catene del destino. Bramosi di libertà, scalpitano con veemenza. Ma nessuno può sfuggire a questo fato. In questo ciclo infinito noi esistiamo… e in esso infine moriamo.”

Bonds è una Crime Story a fumetti, opera d’esordio del gruppo Munchies giunta – la scorsa settimana – al 6° capitolo (su 8 complessivi). Se adorate gli intrecci, questa storia fa al caso vostro.
Il primo capitolo è già di per sé un colpo di scena nel titolo: “Fine”. Il sipario si apre su una macabra scena del crimine, dominata dalla figura di un sicario che passeggia con aria inquietante fra i cadaveri. Nessuno sembra avere ben chiaro cosa stia accadendo, eccetto il detective Hudson: forte della sua esperienza, non tarda a trovare una pista che pare possa guidare le ricerche della polizia. Eppure, malgrado il desiderio di cambiare le cose e salvare gli uomini da sé stessi, il detective sa bene che la battaglia contro la criminalità potrebbe non avere mai fine, né un senso.
Nonostante siano i dialoghi a guidarci lungo il percorso narrativo da “inseguire”, è nell’espressività dei volti che emerge, prepotente, lo stato d’animo di chi parla.

bonds detective
Dove si nasconde il mandante della strage e qual è il suo obiettivo? Chi erano le vittime, e che legame avevano tra loro?
Già, Bonds narra di criminalità e innocenza, tragedia e riscatto: è una storia di legami tra vite intrecciate indissolubilmente e tragicamente. Non vi è protagonista poiché tutti i personaggi ricalcano la scena da primi attori, passandosi il testimone con una fluidità che ambisce alla professionalità.
Non penserete sia un caso! I ragazzi del gruppo Munchies hanno lavorato attentamente a ogni singolo particolare dell’opera. I testi sono ben dosati, rendono la storia accattivante e mai scontata; i disegni sembrano ricalcare personalità già esistenti e perfettamente aderenti ai dialoghi, con un tratto che riesce a conservarsi classico e originale al contempo in tutte le tavole. I colori vengono ripartiti tra i personaggi della storia in linea con il carattere e le vicende personali. Il tutto è affiancato da un ottimo lavoro di grafica e promo, che potrete riscontrare anche dando un’occhiata al trailer di Bonds.
Il risultato che ne scaturisce è un’armonia ricca di potenziale, che di certo non deluderà e che non potrà far altro che migliorare nei prossimi progetti targati Munchies.


Non lasciatevi sfuggire questa magnifica storia. Intrecciatevi a essa. Seguite BONDS e i Munchies dal sito ISSUU.com e sulla pagina Facebook del gruppo. Il prossimo capitolo vi aspetta questo weekend, e si intitola: “Padre”.
Personalmente, non sto più nella pelle. E voi, siete pronti per BONDS?

bonds coca
Stay Munchies. Be bonded 😉

Annunci

Informazioni su Daniela Apparente

Writer, reader, gamer, traveler, eater.
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni Random e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...